…me ne dà due etti?

 

Oggi parlo male di me stesso! Ebbene si, ogni tanto un po’ di sana autocritica è necessaria.

Faccio un veloce “giro introduttivo” ed arrivo al punto.

Alle volte mi contattano delle aziende, tramite l’ufficio commerciale, o un addetto marketing, o addirittura dall’amministrazione e mi chiedono:

“vorrei un preventivo per un sito web” – “vorrei fare attività social, mi fa un preventivo?”

Quello che vorrei rispondere lo prendo a prestito da un collega esperto in social:

“ma dove vuoi andare??”

Mi spiego.

La domanda equivale a recarsi in un negozio di biciclette e chiedere: una bicicletta!

Ok, vuoi una bici e io vendo bici. Ma avrei una serie di domande che mi sgorgano spontanee, la prima:

  1. Ma per andare dove?

Vuoi fare ciclo turismo, o aspiri a ripercorrere le tappe del Giro d’Italia? Potresti anche avere la necessità di installarci un seggiolino per i figli, oppure la preferisci elettrica? (anche qui si apre un modo di varianti).

Troppo spesso si parte dal mezzo e non dal fine.

Il mezzo è quello strumento scintillante che ti appare quando non sei specialista o quantomeno familiare con una specifica attività.

Nello specifico della mia specializzazione, marketing e comunicazione, spesso l’azienda che si approccia a questo tipo di attività chiede un sito web, oppure un video, o altro.

Ma solitamente è l’approccio sbagliato, perché prima si deve definire il fine, e definire il fine significa delineare la STRATEGIA.

La strategia is the King.

Una strategia, un piano d’azione, una direzione chiara sono indispensabili per qualsiasi attività, e intendo qualsiasi attività umana.

Anche vivere la vita richiede una strategia personale, creare e portare avanti una famiglia, dare vita ad un gruppo di persone oppure ad un’attività… se vogliamo avere speranza di successo.

Figuriamoci per un’attività.

Le uniche volte in cui la richiesta “voglio un sito” non è stata un errore, sono le occasioni in cui l’imprenditore o il marketing manager aveva le idee chiare, aveva una sua strategia.

Tempo, denari, impegno. Vero, vero.

Però, cosa ne diresti se ti suggeristi di saltare due o tre passaggi fondamentali del tuo ciclo produttivo?

E il risultato finale sarebbe lo stesso?

Esatto. Non lo sarebbe.

Quindi la domanda non è quanto ti costa il marketing, piuttosto cosa è necessario fare per ottenere i risultati?

La strategia è il primo fondamentale step!

Dimenticavo. All’inizio ho scritto: parlo male di me stesso. L’ho scritto perché questa riflessione così ovvia, mi è stata ispirata da un caro cliente. Chiacchierandoci assieme, mi sono reso conto che IO non avevo fatto abbastanza per fargli capire le potenzialità di un marketing fatto a regola d’arte e lo ringrazio di questo.

 


Mauro Apperti

M. 329 0428 990

E. [email protected]

Compila il modulo sottostante, prenderemo in carico la tua richiesta e ti ricontatteremo il prima possibile!

    Confermo di aver letto e accettato la privacy policy*